Università di Modena e Reggio Emilia: è record di domande per i corsi di fisioterapia e dietistica

In Debates and Public Life

Cresce l’interesse dei locali, modenesi e reggiani ed emiliano-romagnoli (+ 4,53%) per queste figure professionali. Misure eccezionali saranno adottate per garantire la regolarità della prova Questi i 12 corsi di laurea nell’ambito delle Professioni Sanitarie della facoltà di Medicina e Chirurgia: Dietistica, Fisioterapia, Infermieristica Modena, Infermieristica Reggio Emilia, Logopedia, Ostetricia, Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica, Tecniche di Laboratorio Biomedico, Tecniche di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare, Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, Igiene Dentale e Terapia Occupazionale.

Se si presenteranno tutti gli studenti che hanno fatto domanda saranno davvero in tanti, molti di più che per ogni altra prova.
Infatti, ne sono attesi 1.658, un numero che non uguaglia comunque il record del 2009 quando furono ricevute bel 1.745 domande.
Per fisioterapia sono state presentate 438 domande rispetto ai 30 posti disponibili. Per dietistica sono state presentate 97 domande rispetto ai 10 posti disponibili

Da rilevare quest’anno l’incremento di attenzione verso queste professioni prestato in generale dagli studenti emiliano-romagnoli, modenesi e reggiani compresi che nell’insieme rappresentano il 65,99%, mentre nel 2009 non superavano il 61,46%.
Tra i “fuori regione” spicca il dato della Puglia con 155 candidati, che giungono soprattutto da Lecce (72) e Foggia (32). Seguono i siciliani (86), guidati dalla pattuglia agrigentina (43), i campani (81), molti dei quali da Salerno (33) e da Napoli (21). Forte la presenza anche di casentini (31) e di Mantovani (21).

I candidati che non potranno portare carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque specie e, soprattutto, telefoni cellulari. Necessario, invece, un documento di identità regolarmente valido, la domanda-ricevuta di iscrizione alla prova firmata e la ricevuta del versamento del contributo spese di 50,00 euro.
Anche per questa prova la facoltà di Medicina e Chirurgia ha disposto misure eccezionali sia organizzative che di controllo per garantire che tutte le operazioni siano svolte nella assoluta trasparenza e regolarità. 

Il test da affrontare, consisterà in un questionario di 80 domande a risposta multipla (di cui una sola esatta rispetto alle cinque indicate), predisposto dal CINECA, Consorzio Interuniversitario per la Gestione del Centro Elettronico dell’Italia Nord Orientale. Le materie oggetto del test, per il quale gli studenti hanno a disposizione 2 ore, variano dalla Biologia, alla Chimica, alla Fisica e Matematica, alla Logica e Cultura Generale. L’inizio vero e proprio della prova, data la numerosità dei partecipanti attesi e la complessità delle procedure di identificazione e di assegnazione delle aule, sarà intorno alle ore 11,00 e terminerà presumibilmente verso le ore 13,00.

La suddivisione per sesso
La stragrande maggioranza delle candidature è espressione della popolazione femminile: 1168 (70,45%) contro 490 (29,55%) inoltrate da maschi.
Nel 2009 vi erano state 1170 domande (67,09%) presentate da femmine contro 547 (32,91%) inoltrate da maschi.

Rappresentata tanta parte dell’Italia
Considerando la provenienza geografica i locali, ovvero modenesi e reggiani saranno in netta maggioranza, ben il 62,61%, una percentuale decisamente superiore (+ 3,90%) rispetto al 58,71% dell’anno scorso. I restanti provengono per il 3,38% da altre province dell’Emilia Romagna, anch’essi in aumento e tantissimi, 27,32% da fuori regione o da paesi stranieri, il 6,69%. Vi sarà praticamente rappresentata una cospicua fetta dell’Italia.

Submit a comment