Spending review, gli interventi del Governo in sanità

In Science and Society

<p><span>Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 6 luglio 2012 il decreto legge “</span>Disposizioni urgenti per la riduzione della spesa pubblica a servizi invariati” (<em>spending review</em>)<span>.</span></p>

L’analisi della spesa sanitaria delle diverse Regioni, delle singole Aziende sanitarie locali e ospedaliere ha evidenziato una notevole variabilità dei costi sostenuti per l’acquisto di beni e servizi sanitari, e non sanitari, di farmaci e di dispositivi medici.

Si è deciso di concentrare gli sforzi per una riduzione dei costi sanitari soprattutto nei seguenti capitoli di spesa:

condizioni di acquisto e fornitura di beni e servizi;

spesa per farmaci;

spesa per dispositivi medici;
acquisto di prestazioni sanitarie da soggetti privati accreditati.

Il risparmio stimato è di 1 miliardo di euro per il secondo semestre del 2012, 2 miliardi per il 2013 e 2 miliardi per il 2014. Nel decreto è prevista la possibilità di rimodulare entro luglio insieme alle Regioni il tipo di interventi sulla sanità per il 2013 e il 2014, fermo restando il saldo complessivo del risparmio da ricavare, attraverso l’intesa sul Patto per la Salute.

Dati: http://www.salute.gov.it

Submit a comment