Morti bianche: tra legge e ingegneria

In Science and Society

I cantieri edili, come le imprese di costruzioni meccaniche, costituiscono un microcosmo in cui ingegneria e diritto concorrono necessariamente alle soluzioni che debbono assicurare efficienza all’impresa. Di qui l’idea di porre a confronto le esperienze delle strutture accademiche coinvolte con esperti giuristi e magistrati nell’intento di offrire un contributo di nuove soluzioni gestionali al mondo delle imprese, che ha fornito in tutte le sue espressioni sostegno all’iniziativa.

L’esigenza di chiarezza nell’interpretazione delle normative e dei contratti  è tra le più sentite dai tecnici operanti nell’ambito dell’Ingegneria Civile e dell’Ingegneria Meccanica. L’interazione tra competenze ingegneristiche e giuridiche è già di estrema attualità ed è destinata a intensificarsi nel futuro. Sempre più, quindi, sarà importante sviluppare la capacità di comunicazione tra i due campi professionali”.

“Si può affermare che in questa materia il Diritto commerciale davvero ritorna alle sue origini di disciplina giuridica nata dall’esperienza dell’industria per risolverne i problemi contrattuali e di responsabilità verso i terzi: una disciplina semplice e concreta, molto lontana dai formalismi che talvolta connotano, purtroppo negativamente, la nostra legislazione”.

Le professionalità tecniche coinvolte, progettisti, direttori dei lavori, responsabili di reparto, che specie nel campo dell’ingegneria civile, sono fra le più ricercate nel mercato del lavoro”.

Massimo Mancuso email: massimo.mancuso@unimore.it

Submit a comment