Meteo Finanziario: guadagnano le materie prime

In Senza categoria

La reazione al dato negativo sull’occupazione rilasciato venerdì negli stati uniti permette la misura del “sentiment”. a cura di Salvo Improta

Il fatto che i mercati azionari, dopo una prima reazione negativa, abbiano ripreso la via del rialzo con bassa volatilità , è indice di una prosecuzione del trend rialzista.

“Trend is your friend” è l’unica massima sempreverde.

Pertanto, siccome i prezzi scontano tutto, è probabile che avevano scontato anche i dati economici negativi che sono stati comunicati e che verranno comunicati in seguito.

Nonostante io stesso non capisco come, soprattutto l’ S&P 500, possa continuare nella sua marcia rialzista senza una salutare correzione, mi adeguo e, con la rottura di 1130 sono andato al rialzo.

Il petrolio e le materie prime in genere, oro compreso, guadagnano sull’onda del dollaro debole che in nottata ha superato 1.45 contro euro.

Tutto secondo il copione dei carry-trade e della liquidità che rimarrà abbondante.

Venendo ai titoli italiani sotto i riflettori Unicredit per l’eccitazione relativa all’aumento di capitale: chissà dov’è quel Professore che preconizzava il fallimento per l’abuso della leva…. Comprare.

Fiat tenta una risalita sopra i 10,7: comprare.

Per quanto riguarda il Forex nonostante tutto regge lo stop su Neozelandese (0,7415) mentre sull’Australiano no (91,7).

Il dollaro sembra avviato verso ulteriori perdite contro euro sopra 1,45.

Mantenere le vendite di Neozelandese con stop sopra 0.745.

Vendere Usd/Yen con obiettivi in area 91,4 stop sopra 92.8

Comprare Eur/Usd con obiettivi a 1,455 e stop sotto 1,444

Submit a comment