Meteo finanziario del 26 novembre: da segnalare Meridie

In Senza categoria

I nuovi massimi dell’Euro dollaro e dell’ oro non devono trarre in inganno e infatti le borse non riescono a seguire l’andamento di tali “flagship” rialzisti e non riescono a mantenere le vette raggiunte cedendo stamane “rovinosamente”. Oggi non ci saranno aiuti “americani” e si prevedono peggioramenti. a cura di Salvo Improta

Il sole pallido di prima mattina viene subito coperto da nuvole e questo è tipico della stagione invernale, su Milano soprattutto.

Per quanto riguarda l’oro il sentiment ha raggiunto livelli bullish (68%) tali che hanno sempre portato a un correzione tra il 7 e il 24% dagli ultimi 4 massimi intermedi raggiunti…..regolatevi!

Altro indicatore che rafforza la nostra convinzione che siamo prossimi a una forte correzione dei mercati è il comportamento dei dollari Candesi, Neozelandese e Australiano la cui quotazione è altamente correlata alle materie prime; ebbene, nonostante il rialzo dell’oro e il ribasso del dollaro tali valute sono molto lontane dai massimi raggiunti e, anzi, abbiamo potuto verificare che tra ieri e oggi hanno perso molte posizioni nei confronti della valuta USA e anche dell’Euro.

Probabilmente si utilizza il cambio Euro/dollaro per poter chiudere le operazioni di carry trade senza dare nell’occhio; infatti è probabile che si vendano attività ad alto reddito come azioni, valute e materie prime (oro escluso) sacrificando qualche chip sull’oro (che ha un mercato meno diffuso ed è maggiormente controllabile) per poter ricomprare dollari USA a buon prezzo; un po’ come si fa a Black –Jack sacrificando l’ultima posizione per rubare carte buone al mazziere.

Fantasiose “speculazioni”? mah …. Forse!

Intanto continuiamo a verificare che le nuvole sul settore Bancario a livello mondiale si ammassano, che l’Asia non riesce a rialzare la testa, che il Nasdaq non è più leader.

E’ bello vendere con il mercato in rialzo: tutto viene assorbito con facilità e non vai in “sofferenza”.

Ieri i mercati Europei hanno cercato di avanzare ma subito sono stati colpiti da vendite come previsto, poi nel finale è ritornato il sole con l’aiuto “americano” ma le forti piogge notturne dall’asia hanno riportato l’inverno con temperature sotto lo zero tra -1 e -2 in Europa.

Da segnalare Meridie che, dopo aver acquisito il controllo di Atitech, ha trovato il partner industriale e commerciale per questa iniziativa: gli iberici del gruppo Mazel che si aggiungono a CAI e Finmeccanica; nell’attualità i titoli vanno scelti sulla base delle iniziative in corso e considerando la struttura del bilancio che, se riferita a micro-cap, è meglio controllabile.

Per quanto riguarda il Forex siamo stati stoppati su Euro dollaro a 1,51 ma abbiamo fatto ottimi gain su EURO/NZD e su USD/NZD.

Oggi manteniamo le posizioni su NZD/USD (al ribasso con stop sopra 0.7435 target in area 0.70/0.71) e abbiamo venduto AUD/USD sotto 0.92 con target a 0.895 e stop a 0.9335.

Submit a comment