Il luogo di lavoro che vorrei: Cisco Italia al terzo posto.

In Debates and Public Life

Cisco Italia si è posizionata al terzo posto nella classifica Best Workplaces Italia 2010. La ricerca, effettuata da Great Place To Work Institute Italia, ha coinvolto un centinaio di aziende presenti nel nostro paese; la graduatoria è stata stilata in base alle valutazioni fornite in modo anonimo dai dipendenti stessi delle imprese coinvolte. Cisco Italia è presente in classifica da alcuni anni e rispetto all'anno scorso, in cui si era posizionata al quarto posto, ha anche guadagnato una posizione avvicinandosi ulteriormente al vertice.

 «Siamo orgogliosi di questo risultato e in particolare del fatto che il giudizio su di noi, avallato da una entità esterna così prestigiosa, sia ancora migliorato in un anno che è stato quanto mai  complesso, a causa del clima di incertezza generale. In questo contesto la trasparenza, l’apertura nei confornti dei nostri dipendenti, l’attenzione al benessere ed alla motivazione individuale si sono confermati elementi strategici per far emergere idee, risorse ed opportunità ad ogni livello della strutura aziendale» ha commentato David Bevilacqua, Amministratore Delegato di Cisco Italia. 

 «Ci sono alcuni aspetti che ci contraddistinguono da sempre: creiamo condizioni favorevoli all’equilibrio fra vita e lavoro, in particolar modo attraverso l’impiego di tecnologie che permettano di lavorare e collaborare in libertà; investiamo in modo estensivo e continuativo sulla formazione operativa, manageriale e relazionale dei dipendenti; siamo attenti alla vita oltre il lavoro. Tutto questo contribuisce certamente, ad esempio, a fare della nostra azienda una realtà con un turnover bassissimo. Ma l’aspetto più nuovo e rivoluzionario, e che sta trasformando sempre più il nostro modo di lavorare» ha proseguito Bevilacqua  «è la scelta di improntare in modo «social» e collaborativo anche la proposta di nuove idee di business ed il management, creando team estesi – che coinvolgono in modo trasversale diverse funzioni ed aree aziendali. Secondo le proprie capacità, ognuno è immerso in un ambiente aperto pur mantenendo una identità di ruolo». 

«Questo aspetto è mutuato dalle migliori pratiche applicate a livello internazionale nell’azienda, ma tengo a sottolineare che il nostro risultato nei Best Workplaces Italia 2010 è legato in modo imprescindibile alla nostra «italianità». Cisco opera in questo paese da ormai 15 anni e lavora  integrando nelle sue pratiche peculiarità culturali, sociali, operative che sono soltanto «nostre».
Molti dipendenti si muovono in contesti internazionali: tutti però viviamo un intenso legame con il territorio in cui siamo presenti. Ce ne occupiamo, promuoviamo iniziative sociali o di volontariato, abbiamo una responsabilità d’impresa nei confronti dell’ambiente; questo arricchisce l’esperienza dei nostri dipendenti e arricchisce le loro scelte professionali di un valore aggiunto che sicuramente pesa nella soddisfazione di lavorare con noi».   

Submit a comment