data.gouv.fr: il portale dell’open data francese è on line

In Debates and Public Life

<p>Dal 5 dicembre 2011 è on line del portale dell’open data pubblico francese. Presentando data.gouv.fr, Séverin Naudet, direttore di Etalab, la missione creata in seno alla Presidenza del Consiglio per la messa on line del portale in versione beta, ha sottolineato che si tratta di uno strumento di lavoro che ribalta la logica di accesso all’informazione pubblica.</p><p> </p><p>di Chiara Buongiovanni</p>

“Da una logica basata sulla domanda di accesso all’informazione che parte del cittadino – ha spiegato – si passa ad una logica di offerta integrale del dato pubblico, aperto e gratuito di default da parte della pubblica amministrazione”.

 

Data.gouv.fr, ha ricordato Naudet, è il risultato di un intenso anno di lavoro, che poggia su una ampia e strutturata strategia di valorizzazione del patrimonio immateriale dello stato francese di cui l’open data rappresenta un pilastro. 

Attualmente la piattaforma ospita più di 350.000 dataset, prodotti e recensiti da 90 produttori, in cui rientrano amministrazioni centrali, enti pubblici, autorità amministrative indipendenti nonché 4 collettivi territoriali. E’ possibile consultare i dati attraverso ricerca avanzata, seguire i suggerimenti di ricerca e visualizzare i dataset più ricercati.

 

Nell’homepage sono ospitati i link alle altre esperienze nazionali di open data pubblico”.

“L’ottica – si spiega nella presentazione del portale – è quella di instaurare una nuova cultura e nuovi metodi di lavoro all’interno delle stesse amministrazioni. Infatti, dopo la prima rassegna di dati realizzata in occasione dell’apertura della piattaforma dati.gov.fr, ciascun produttore di dati pubblici è chiamato ad arricchire e aggiornare i propri dati in maniera autonoma” “E’ importante – si sottolinea – ricordare che le amministrazioni dello Stato producono da se stesse i propri dati, che la piattaforma data.gouv.fr ospita semplicemente”.

E Séverin Naudet ha concluso: “Data.gouv.fr è l’inizio di un nuovo lavoro, di una nuova stagione per l’amministrazione pubblica francese.”

 

di Chiara Buongiovanni

ForumPA

Submit a comment