“Better City, Better Life”: la sfida delle Smart Cities cinesi

In Debates and Public Life

<p>Il tema dell’Esposizione Universale (Expo 2010 fisica ed On-Line) di Shanghai “Better City, Better Life” ha evidenziato l’attenzione del governo cinese alla necessità di cambiare rapidamente il modello di sviluppo per renderlo più sostenibile, anche in megalopoli di oltre 10 milioni di abitanti.</p>

 “Le persone vogliono vivere in città intelligenti, con una qualità della vita più elevata, capaci di sostenere l’aspettativa di un futuro migliore, a livello individuale e collettivo”. McKinsey ha scritto sul Quarterly on-line Journal che oltre 20 delle prime 50 città per GDP saranno in Asia entro il 2025 rispetto alle 7 del 2007, mentre metà di quelle europee usciranno dalla lista. In un precedente report indicava che 8 delle città a crescita più rapida sono in Cina, 11 in India, 220 città avranno più di un milione di abitanti in Cina nel 2015. 18 città cinesi hanno annunciato piani per diventare smart cities, ad esempio Ningbo ha lanciato un piano di rivoluzionario per accelerare lo sviluppo di una strategia integrata di città intelligente e organizzato una grande expo su questa tematica. 

Questa è la realtà con cui dobbiamo competere, se vogliamo che le nostre città siano vitali e competitive e non solo musei a cielo aperto. Altrimenti chi sviluppa soluzioni per città intelligenti guarderà solo alle esigenze delle megalopoli asiatiche e non ai vincoli delle città italiane.

 

Originally Published 2011-11-29

Submit a comment